Itinerario di Padova a piedi - tutti i miei consigli

Padova è la mia città del cuore e ogni volta che passeggio tra le sue vie penso sempre “sono a casa”. Mi avete fatto notare che non ho mai scritto un articolo a riguardo, quindi, eccomi qui a consigliarvi un piccolo tour di tutte le meraviglie che offre la città dei 3 senza. Ma soprattutto perchè è chiamata così? Per il Santo senza nome, il prato senza erba e il caffè senza porte.

Santo senza nome: il santo patrono di Padova è San Antonio ma la Basilica è conosciuta semplicemente come la Basilica del santo.
Caffè senza porte: parliamo dello storico Caffè Pedrocchi, realizzato nell’800 da Giuseppe Japelli e chiamato caffè senza porte perché aperto sia di giorno che di notte.
Prato senza erba: il Prato della Valle. Una delle piazze più grandi d’Europa con i suoi 90mila metri quadrati di prato.

Partiamo quindi dalla Basilica del Santo che potete visitare liberamente e proprio di fianco troverete il più antico Orto Botanico del mondo, fondato nel 1545. Situato in un’area di circa 2,2 ettari, si trova nel centro storico di Padova, dal 1997 è Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.
Il biglietto potete acquistarlo anche online nel sito ufficiale: www.ortobotanicopd.it/it/biglietti

Ci spostiamo poi al Prato della valle. Vi segnalo che il sabato trovate il mercato di prodotti non alimentari, piante e fiori. Io ci vado spesso perchè trovo tante cose interessanti!

Proseguite in Via Umberto I dove troverete moltissimi negozi e ricordatevi di fare una pausa alla Gelateria Portogallo dove troverete uno dei gelati più buoni di Padova.

Dopo un po’ di meritato shopping arriverete al Palazzo Bo, sede principale dell’Università di Padova che ha visto passare al suo interno figure come Copernico, Vesalio, Galilei, Harvey. Qui nel 1594 viene costruito il più antico teatro anatomico al mondo e nel 1678 qui si laurea una donna per la prima volta. Potete tranquillamente visitare il Palazzo grazie a tour guidati e al suo interno troverete anche la Sala dei Giganti, chiamata così grazie a un ciclo di affreschi raffiguranti uomini famosi della storia antica.

Vicino al Bo troverete anche il famosissimo caffè pedrocchi e tradizione vuole che si assaggi la specialità della casa: il Caffè Pedrocchi alla menta e lo zabaione “Stendhal”.

Dietro il Pedrocchi trovate le due famose piazze di Padova: piazza delle erbe e piazza dei signori. Nel primo potrete ammirare il Palazzo della Ragione con i suoi 82 metri di lunghezza e i 27 di larghezza, decorato all’interno con circa 500 affreschi. Potete visitarlo dal martedì alla domenica, dalle ore 09:00 fino alle 19:00 al costo di 6,00€. Mi raccomando: sotto al palazzo troverete il Bar Nazionale e qui è d’obbligo mangiare i tramezzini caldi, ovviamente accompagnati da uno spritz! Ci sono anche le opzioni vegetariane 🙂

Visto che ci siete fate un giro anche tra i negozietti che si nascono sotto al portico del Salone e arrivate a Piazza dei Signori.

Qui troverete la l’orologio astronomico-astrologico della Piazza, costruito tra il 1426 e il 1430. Se ci fate attenzione noterete che tra i segni manca la bilancia. Questo perché il riferimento teorico usato è quello dell’astronomia greca, in cui la Bilancia non era ancora stata definita come costellazione autonoma (lo faranno gli arabi). Passate attraverso l’orologio per arrivare alla Piazza Capitaniato dove troverete le sedi di uffici comunali e del dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata dell’Università degli Studi di Padova. In questa piazza mi sono laureata in Comunicazione quindi per me è sempre fonte di grande gioia rivederla!

Ora dirigetevi verso Piazza Garibaldi per continuare il tour! Pit-stop alla pasticceria Racca che è uno dei miei posti preferiti del cuore.

A pancia piena proseguiamo verso i giardini dell’Arena dove troverete La Cappella degli Scrovegni famosa in tutto il mondo per il ciclo pittorico realizzato da Giotto in soli due anni, tra il 1303 e il 1305. La Cappella è visitabile solo su prenotazione e potete acquistare qui i biglietti: https://cappelladegliscrovegni.vivaticket.it

Per il ristorante vi consiglio la mia osteria preferita: Ai Scarponi. Sul sito online trovate il loro menu e potete prenotare (fatelo perchè è sempre pieno essendo piccolino). 

Hotel centrali consigliati:

Prato della Valle Apartments – Link Booking

Appartamento Umberto I – Link Booking

B&B al Duomo – Link Booking

Fatemi sapere se seguirete l’itinerario ma soprattutto se alla fine Padova vi ha fatto innamorare come fa con me ogni singolo giorno.


Scopri il mio profilo instagram

@2024 – All Right Reserved. Designed and Developed by Angela Isai – Privacy policy – Cookie policy

NDR: in questo sito sono presenti link in affiliazione